MENU
ULTIME NOTIZIE
  • 12/01/2019
    Nasce Aeriblei. Una speranza per Comiso?
  • 14/4/14
    Da Ragusa Comiso ad Aeroporto degli iblei
  • 1/7/2013
    Foto e video volo inaugurale Comiso-Malta
  • [ VAI ALL'ARCHIVIO ]


    I siti del gruppo:
    www.aeroportodiragusa.it
    www.aeroportodiragusa.com
    www.aeroportodegliiblei.it
    www.aeroportodegliiblei.com
    Chiaramonte Gulfi







    Definita il "balcone di Sicilia", per via della sua invidiabile posizione pamoramica, Chiaramonte Gulfi é distesa su una collina a 662 m. di alt., ai piedi di un gruppo di monti, fra i quali spicca l'Arcibessi. lnfatti non solo dalla raccolta e ben curata villa Umberto, ma da ogni balcone e terrazza della cittá si puó dominare uno dei panorami piú ampi della Sicilia, da Gela all'Etna, con tutta la valle dell'lppari e i suoi paesi: Comiso, Vittoria, Acate, Gela e le dorsali degli Erei fino a Caltagirone, oltre ad una bella fetta del mare d'Africa e gli lblei.     
    ll nucleo originario di Gulfi risale ai secoli XII-XIII, venne distrutto poi dagli Angioini e ricostruito successivamente dai Chiaramonte. Alla struttura medievale fa riscontro uno stile architettonico tipicamente barocco a seguito della ricostruzione post-terremoto.
    Una attività turistica da reclamizzare e valorizzare sempre piú è quella legata alla pineta e a tutta l'opera di rimboschimento iniziata nel 1963 e che costituisce sicuramente una notevole fonte di interesse economico per il flusso turistico richiamato da queste zone di verde e dalla aria salubre.  
     Nei pressi della cittá sono state scoperte alcune stazioni preistoriche del neolitico, dove sono stati rinvenuti scheletri e ceramiche con ornamentazioni e graffiti dell'etá dei metalli (II millennio a.C.) e l'abitato di Scornavacche, dal quale sono venuti alla luce molti reperti importanti sistemati oggi al Museo Archeologico lbleo di Ragusa.
    L'abitato, posto nei pressi del Dirillo, fu fondato dai greco-siracusani, come stazione carovaniera, lungo la via interna che univa Siracusa a Gela e quindi ad Agrigento e Selinunte.
    La caratteristica principale dell'abitato di Scornavacche é il ritrovamento frequente di piccoli forni per la cottura dell'argilla e di tutti i derivati di questa attivitá. Una di queste fornaci, completamente ricostruita, si trova al Museo Archeologico di Ragusa.                                                                                  
    Le origini di Chiaramonte si fanno risalire alla prima metá del Vl sec. a.C. quando i greco-siracusani fondarono, nei pressi dell'attuale abitato, la cittá di Akrillai, circa settant'anni dopo Siracusa. Distrutta degli Arabi, i superstiti si rifugiarono nei pressi del monte Arcibessi e ricostruirono un nuovo centro abitato, che prese il nome di Gulfi. 
    Gulfi non ebbe vita lunga, infatti, nel 1299 fu distrutta dagli Angioini, e la maggior parte dei suoi abitanti, fra cui donne e bambini, furono massacrati in maniera raccapricciante. Manfredi Chiaramonte, una volta che gli Angioini furono cacciati dalla Sicilia, raccolse i superstiti di Gulfi e ricostrui una città in un luogo piú alto, la cinse di mura, le costrui un castello a difesa e le mise il nome del suo casato, Chiaramonte. Dopo questi avvenimenti la cittá venne a far parte della contea di Modica, seguendone le sorti future. Anche Chiaramonte subì le tristi conseguenze del terremoto del 1693, che portó alla distruzione del castello e di buona parte dell'abitato.   



    Ecco una mappa della Città di Chiaramonte Gulfi:           




    Previsioni meteo:





    [A]
    AeroportoDiRagusa.it - AeroportoDiRagusa.com - Tutti i diritti riservati - www.intermedragusa.it - intermedragusa@libero.it
    Realizzazione: